Tribunale di Ivrea, 24.02.2012

Incorre nell'imputazione per il delitto di furto aggravato la prevenuta che al fine di trarne profitto si impossessi di diverse paia di pantaloni ed un completo da neonato, sottraendoli dal l.r. della s.r.l. che li deteneva esposti sugli appositi scaffali, con l'aggravante di aver commesso il fatto con violenza sulle cose avendone asportati i codici a barre antitaccheggio. Nel caso di specie deve ritenersi configurata la fattispecie del furto nella forma del tentativo potendo, l'avente diritto o persona da lui incaricata sorvegliare le fasi dell'azione furtiva tanto da poterla interrompere in qualunque momento. In tali circostanze, difatti, il prevenuto non avrebbe mai potuto conseguire l'effettivo autonomo impossessamento della refurtiva, rimasta sempre nella sfera di vigilanza e controllo della p.o.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive