Tribunale di Torino, Sez. I, 27.02.2012

Non sono affetti da nullità i contratti quadro di intermediazione finanziaria e di gestione patrimoniale su base individuale di portafoglio di investimento qualora non stipulati in forma scritta. In merito deve, invero, rilevarsi che la forma scritta ad substantiam prevista dall'art. 23 TUF (ratione tempore applicabile) era richiesta solo per i contratti relativi alla prestazione dei servizi d'investimento ed accessori, fatta salva diversa forma per particolari tipi di contratto previsti dai Regolamenti Consob e non anche per l'attività di negoziazione avente ad oggetto strumenti finanziari, ai sensi dell'art. 1, comma quinto, lett. a) e b) TUF (D.Lgs. 24.02.1998 n. 58), laddove gli strumenti finanziari sono specificamente elencati nell'art. 1, coma secondo, TUF (nella formulazione vigente all'epoca dei fatti oggetto del giudizio) ed in essi non è ricompresa la gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi di cui all'art. 1, comma quinto, lett. d) del TUF.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive