Tribunale di Milano, Sez. lavoro, 29.02.2012

L'articolato di cui all'art. 36, comma 5, D.Lgs. n. 368/2001 già contiene una definizione di "amministrazioni pubbliche" ai sensi e per gli effetti dell'applicazione della disciplina dello stesso decreto delegato (cfr. art. 1, comma 2, D.Lgs. n. 368/2001), definizione di ampio contenuto e che, tuttavia, non contempla le fondazioni lirico-sinfoniche; in secondo luogo, perché diversa è la finalità dell'attività ricognitiva dell'lstat, che comprensibilmente ha inserito le fondazioni lirico-sinfoniche tra le amministrazioni pubbliche in quanto, essendo le stesse destinatarie di contributi pubblici, non possono che essere a tali fini inserite nel conto economico consolidato, senza però che da ciò possa derivarne il generale riconoscimento della loro natura di amministrazione pubblica che, come noto, presuppone anche l'esercizio di poteri discrezionali ed autoritativi, assolutamente estranei all'odierna resistente.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive