Tribunale di Taranto, Sez. lavoro, 19.03.2012

Deve affermarsi l'irrilevanza, ai fini del riparto di giurisdizione, del fatto che il giudizio sia stato instaurato dopo il 15 settembre 2000, atteso che a tale data ha fatto riferimento la legge (prima l'art. 45, co. 17, D.Lgs. n. 80/1998 e poi l'art. 69, co. 7, D.Lgs. n. 165/2001, con espressioni letterali pressoché identiche, divergente l'ultima rispetto alla prima solo per effetto dell'avvenuto superamento, al momento dell'emanazione del provvedimento legislativo, della data presa in considerazione) non quale limite alla persistenza della giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo (ovviamente in relazione alle questioni relative al periodo antecedente al 10 luglio 1998), bensì quale effettivo termine di decadenza per la proponibilità della domanda giudiziale, con conseguente attinenza ai limiti interni della giurisdizione, e cioè al merito, di ogni questione sul punto (anche per le eventuali eccezioni di illegittimità costituzionale le quali, quindi, potranno essere proposte e delibate solo dinanzi al giudice amministrativo).



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive