Tribunale di Terni, 22.03.2012

La novellazione dell'art. 111 legge fallimentare, R.D. n. 267/1942, che attualmente attribuisce la prededuzione oltre che ai crediti "cosìqualificati da una specifica disposizione di legge" anche ai crediti "sorti in occasione o in funzione delle procedure concorsuali di cui alla presente legge" consente di estendere il regime della prededucibilità dalla sfera fallimentare a quella di altre procedure, ma non fino al punto di legittimare il riconoscimento della prededuzione ad ogni credito che, precedendola, si ponga come funzionale ad una di tali procedure concorsuali, posto che ai fini dell'individuazione dei debiti di massa non è determinante il profilo temporale, bensìquello funzionale, nel senso di genesi del debito per atto degli organi fallimentari - e non di un terzo creditore - in occasione e per le finalità della procedura.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive