Tribunale di Genova, 23.03.2012

In merito all'imputazione per il reato p. e p. dall'art. 10-ter del D.Lgs. n. 74 del 2000, per aver il prevenuto, nella sua qualità di l.r. della s.r.l., omesso di eseguire il versamento all'erario, entro il termine previsto, dell'acconto relativo al periodo d'imposta successivo e l'Iva dovuta in base alla dichiarazione annuale, deve pronunciarsi sentenza di assoluzione per insussistenza del fatto laddove emergano, in corso di causa, operazioni di compensazione in eccesso in capo alla società, dalle quali si evince un debito IVA pari a quello contestato. Nei confronti del prevenuto potrebbe al più ipotizzarsi la diversa fattispecie dell'indebita compensazione di cui all'art. 10-quater del D.Lgs. n. 74 del 2000 per aver portato in compensazione, la società, debiti eccedenti il credito d'imposta maturato.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati