Tribunale di Tivoli, 23.03.2012

E' rilevante e non manifestamente infondata la sollevata questione di legittimità costituzionale dell'art. 139 del D.Lgs. n. 209 del 2005 (Codice delle assicurazioni private) con riferimento agli art. 2 e 8 della Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e all'art. 1, prot. 1 della stessa Convenzione, nella parte in cui preclude l'integrale risarcimento del danno non patrimoniale arrecato al bene (sfera giuridica del soggetto leso) tutelato dall'art. 2 e dall'art. 1 prot. 1 della citata Convenzione, sì da determinare una disparità di trattamento nel ristoro del danno subito, in base all'elemento causativo, all'interno del medesimo ordinamento nazionale, e nella parte in cui crea un ostacolo di fatto alla piena protezione del correlato diritto alla vita familiare e privata tutelati dagli artt. 2 e 8 della medesima Convenzione, così venendo meno agli obblighi positivi imposti dalla stessa.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive