Tribunale di L'Aquila, 26.03.2012

In tema di appalto, la variazioni dell'opera devono concordarsi tra le parti e l'accordo deve essere provato per iscritto. Nel caso in cui trattasi di opere ulteriori ed indipendenti dall'opera originariamente pattuita, poiché non comportanti variazioni del progetto o comunque dell'opera, si tratta di un nuovo ed ulteriore contratto di appalto che va provato nelle forme ordinarie, con esclusione della prova testimoniale e per presunzioni. Detto divieto determina l'irrilevanza della prova dell'esecuzione della prestazione poiché da un lato, desumere dall'esecuzione l'avvenuta pattuizione sarebbe il risultato di un'inferenza e dall'altro poiché non è possibile affermare con certezza che quanto eseguito dall'appaltatore sia stato effettivamente ed espressamente pattuito con il committente prima dell'esecuzione.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive