Tribunale di Catanzaro, 27.03.2012

In materia di rapporti tra la Società Alitalia Linee Aeree Italiane s.p.a. e la società C.A.I. Compagnia Area italiana, applicandosi i commi dal quarto all'ottavo dell'art. 105 del R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (legge fallimentare), salva diversa convenzione, è esclusa la responsabilità dell'acquirente per i debiti relativi all'esercizio delle aziende cedute, sorti prima del trasferimento con ciò derogando espressamente alla disposizione contenuta nell'art. 2560 c.c. che al contrario prevede che l'alienante non sia liberato dai debiti, inerenti l'esercizio dell'azienda ceduta anteriori al trasferimento, se non risulta che i creditori vi hanno consentito e di seguito che nel trasferimento di un'azienda commerciale risponde dei debiti suddetti anche l'acquirente dell'azienda, se essi risultano dai libri obbligatori. Il creditore che vanti un diritto di credito verso la prima non può dunque agire esecutivamente contro la seconda.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive