Tribunale di Salerno, Sez. II, 02.04.2012

Il contratto avente ad oggetto il trasferimento della proprietà di un'area edificabile in cambio di un fabbricato o di alcune sue parti da costruire sull'area stessa, a cura e con mezzi del cessionario, integra un contratto di permuta di un bene esistente con un bene futuro quando il proprietario del suolo edificatorio lo cede ad un imprenditore in cambio di appartamenti del fabbricato che su di esso sarà edificato (realizzandosi l'effetto del trasferimento immediato della proprietà dell'area e restando differito l'acquisto della proprietà degli appartamenti al momento del venire in essere dell'edificio, senza bisogno di alcun'altra manifestazione di volontà), ma non quando le due parti si obbligano l'una a costruire un edificio e l'altra - il proprietario del suolo - a cedere parte del terreno quale compenso, poiché in tale ultimo caso, il contratto ha effetti obbligatori e si qualifica come contratto innominato del genere "do ut facias", analogo al contratto d'appalto, dal quale differisce per la mancanza di un corrispettivo in denaro.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive