Tribunale di Milano, Sez. XIII, 17.04.2012

Le deliberazioni dell'assemblea condominiale con cui vengono stabiliti i contributi dovuti dai singoli per far fronte alle spese condominiali e con cui viene attualizzato l'obbligo, stabilito dalla legge ex art. 1123 c.c., dei singoli condomini di far fronte agli oneri condominiali, obbligatorie per tutti i condomini ex art. 1137, comma primo, c.c., costituiscono titoli di credito del condominio e provano la esistenza del credito, così legittimando non solo la concessione del decreto ingiuntivo, ma anche la condanna del condomino a pagare le somme nel giudizio di opposizione che questi proponga avverso il provvedimento monitorio. Resta fermo, in ogni caso, il diritto del condomino di proporre impugnazione avverso le delibere suddette, la cui eventuale illegittimità attribuirà al medesimo il diritto alla restituzione di quanto in forza di essa è stato costretto a pagare indebitamente.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive