Tribunale di Torino, Sez. lavoro, 18.04.2012

La decadenza per il conseguimento di prestazioni previdenziali di cui all'art. 47 del D.P.R. 30 aprile 1970, n. 639 come interpretato dall'art. 6 del D.L. 29 marzo 1991, n. 103, convertito, con modificazioni, nella legge 1 giugno 1991, n. 166 - non può trovare applicazione in tutti quei casi in cui la domanda giudiziale sia rivolta ad ottenere non già il riconoscimento del diritto alla prestazione previdenziale in sé considerata, ma solo l'adeguamento di detta prestazione già riconosciuta in un importo inferiore a quello dovuto,come avviene nei casi in cui l'Istituto previdenziale sia incorso in errori di calcolo o in errate interpretazioni della normativa legale o ne abbia disconosciuto una componente, nei quali casi la pretesa non soggiace ad altro limite che non sia quello della ordinaria prescrizione decennale.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive