Tribunale di Pescara, 19.04.2012

Da un lato il pregiudizio esistenziale non deve essere futile, mentre l'offesa arrecata deve essere connotata dal requisito della gravità, per essere stato inciso il diritto oltre una soglia minima: come avviene nel caso del graffio superficiale dell'epidermide, del mal di testa per una sola mattinata conseguente ai fumi emessi da una fabbrica, dal disagio di poche ore cagionato dall'impossibilità di uscire di casa per l'esecuzione di lavori stradali di pari durata. La gravità dell'offesa costituisce pertanto requisito ulteriore per l'ammissione a risarcimento dei danni non patrimoniali alla persona conseguenti alla lesione di diritti costituzionali inviolabili. TI diritto costituzionalmente garantito deve pertanto essere inciso oltre una certa soglia minima, cagionando un pregiudizio serio.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive