Tribunale di Milano, Sez. XII, 19.04.2012

In tema di cessione d'azienda, in applicazione dell'art. 2560 c.c., l'alienante non è liberato dai debiti inerenti l'esercizio dell'azienda anteriori al trasferimento se non risulti che tutti i creditori vi hanno consentito. Detta norma ha lo scopo di tutelare l'acquirente nella misura in cui, partendo dal carattere eccezionale della norma, che inibisce l'estensione analogica oltre il caso contemplato dalla norma, ritiene che la non iscrizione dei debiti nei libri contabili non possa essere surrogata da altre forme di conoscenza della situazione debitoria. Quando l'esposizione debitoria risulti incontestabilmente dai libri sociali dell'azienda ceduta, sussiste la responsabilità solidale dell'acquirente per cui, il decreto ingiuntivo emesso nei suoi confronti per il pagamento degli stessi, non può che considerarsi valido e efficace.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive