Tribunale di Torino, Sez. VI, 23.04.2012

L'art. 72-quater, R.D. n. 267/1942 (legge fallimentare), ha segnato l'abbandono della dicotomia, affermatasi nella giurisprudenza anteriore, tra leasing di godimento e leasing traslativo (regolato quest'ultimo sulla falsariga di un contratto di scambio, quale la vendita con riserva di proprietà) e lo ha ricondotto ad un contratto unitario di durata, avente a oggetto un finanziamento garantito dalla proprietà del bene, con l'effetto che l'art. 72-quater, R.D. n. 267/1942 (legge fallimentare), benché collocato nella sedes materiae dei rapporti pendenti, rispecchia precise scelte normative (contratto di durata; causa finanziaria; proprietà -garanzia) che fisiologicamente estendono la propria rilevanza fuori della materia fallimentare e della fattispecie ivi regolata, proprio perché traggono il loro fondamento dal profilo tipologico del contratto di leasing e non dall'evenienza del fallimento dell'utilizzatore.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive