Tribunale di Napoli, Sez. VII, 02.05.2012

Deve pronunciarsi sentenza di assoluzione per insussistenza del fatto, nei confronti del prevenuto imputato del reato di cui all'art. 1161 Cod.Nav. che occupava arbitrariamente uno spazio del demanio marittimo ed in particolare realizzava nello spazio acqueo demaniale un ormeggio di natanti mediante ancore e corpi morti posti sul fondale marino nonché mediante catene e cime legate alle scogliere circostanti. La mancanza di prove, al di là di ogni ragionevole dubbio, circa la penale responsabilità dell'imputato, comporta che persistendo il dubbio circa l'apprezzabile stabilità della contestata occupazione del demanio marittimo e non essendo evidenziata l'adozione di accorgimenti o artifici posti in essere dal prevenuto al fine specifico di impossessarsi dello specchio d'acqua, occupandolo in modo durevole e costante in danno del demanio, determina l'assoluzione per insussistenza del fatto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive