Tribunale di Perugia, Sez. lavoro, 03.05.2012

Le declaratorie di cui alla VI categoria del CCNL ASST e quella di cui al VI livello CCNL SIP presentano sostanziali corrispondenze, al di là di un lessico e di circonvoluzioni verbali in parte dissimili e più o meno ampie. Si tratta, infatti, in concreto, di lavoratori del settore tecnico, con solide competenze professionali, operanti in autonomia con piena responsabilità su apparati attrezzature ed impianti complessi ovvero in attività concettuali che richiedono una visione d'insieme nonché una completa conoscenza del ciclo di lavoro del settore di appartenenza. Vi si rinviene anche l'attività di coordinamento di altri lavoratori di livello inferiore. Per tale ragione le due descrizioni possono ritenersi sostanzialmente corrispondenti, in quanto ognuna adatta al diverso sistema operativo ed organizzativo del settore pubblico e di quello privato. L'attribuzione al personale originariamente inquadrato nella VI categoria del CCNL ASST, all'atto del passaggio in IRITEL s.p.a., del livello d'inquadramento di cui al VI livello CCNL SIP non costituisce perciò un arretramento del lavoratore rispetto alla sua situazione precedente.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive