Tribunale di Monza, 08.05.2012

E' imputabile per i reati di rapina, lesioni personali e porto abusivo di armi il prevenuto che al fine di procurarsi un ingiusto profitto, mediante violenza e minaccia si impossessava della borsa di una donna, contenente documenti personali ed altri oggetti e, al fine di portare a compimento l'azione, afferrava la donna per il braccio e portandoglielo dietro la schiena le cagionava lesioni personali consistite nel trauma dell'arto superiore sinistro e rachide cervicale. Alle fattispecie ascritte si aggiunge l'imputazione per il reato p. e p. dall'art. 4 della legge n. 110 del 1975 per aver portato fuori dalla propria abitazione un manganello ed un coltello. In ordine alle fattispecie ascritte, possono concedersi le circostanze attenuanti di cui all'art. 62 bis c.p. laddove i fatti, valutati nella loro unitarietà, siano tali da escludere allarmanti collegamenti del prevenuto con ambienti criminali risultando piuttosto riferibili alle condizioni di vita improntate alla precarietà dovuta dallo stato di tossicodipendenza dello stesso.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive