Tribunale di Salerno, Sez. II, 22.05.2012

L'apprensione "sine titulo" del fondo privato per la realizzazione di elettrodotto non determina costituzione della corrispondente servitù, secondo il principio della cosiddetta occupazione acquisitiva (non essendone ravvisabili gli estremi rispetto ai diritti reali su bene altrui), ma configura un illecito a carattere permanente, il quale perdura fino a quando non venga rimosso l'impianto, o ne cessi l'esercizio, o non sia regolarmente costituita detta servitù. Tale illecito implica il diritto del proprietario del fondo al risarcimento del danno, ed inoltre, qualora difetti l'autorizzazione di cui all' art. 108 del R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775 (sicché il comportamento dell'autore. integri mera attività materiale priva di connotati pubblicistici), anche il diritto alla "restitutio in integrum".



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive