Tribunale di Taranto, Sez. lavoro, 22.05.2012

L'art. 16, comma 8, legge n. 111/2011 si è limitato a sancire espressamente - con efficacia sia sui rapporti di lavoro attuali nel tempo della sua entrata in vigore, sia su quelli che dovessero costituirsi dopo la sua entrata in vigore, il principio precedentemente ricavabile dall'ordinamento giuridico, della nullità di diritto (a livello genetico) delle assunzioni (cioè dei contratti di lavoro) per uno specifico vizio sopravvenuto all'assunzione stessa e rappresentato dalla dichiarazione di illegittimità costituzionale della norma a monte; con consequenziale ripristino, doveroso, della situazione preesistente alla pubblicazione della sentenza costituzionale, senza bisogno di attendere e di conseguire una pronuncia giurisdizionale risolutiva del contratto di lavoro, ma pur sempre con salvezza delle prestazioni già eseguite tra le parti, in applicazione dell'art. 2126 c.c..



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive