Tribunale di L'Aquila, 23.05.2012

Non merita accoglimento l'azione risarcitoria formulata in relazione ai danni ed alle lesioni personali riportate dagli attori che transitando in una strada in cui era in corso l'installazione di una via ferrata per la linea tranviaria, in un tratto di curva, perdeva aderenza andando a sbattere contro un palo della linea. Nel caso di specie è evidente la negligenza e l'imperizia del conducente costituendo fatto notorio ad ogni automobilista che le rotaie alterano la stabilità della ruota gommata che vi transita e non assicurano un'idonea aderenza, in curva o in frenata. Ne deriva che la presenza delle rotaie impone al conducente del veicolo l'adozione di cautele adeguate anche quando non siano rispettati tutti gli obblighi di legge da parte del custode della strada non sussistendo, la pericolosità del fondo stradale, in tutti quei casi in cui la natura dello stesso non sia occulta ma siano evidenti al conducente le condizioni che impongono una condotta di guida adeguata.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive