Tribunale di Novara, Sez. II, 25.05.2012

La presunzione di cui al secondo comma dell'articolo 2054 c.c. - secondo la quale, nel caso di scontro tra veicoli, si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli - esonera il danneggiato dalla prova della colpa del danneggiante ma non esclude la necessità di provare il rapporto di causalità che caratterizza la responsabilità per fatto illecito, ove vige il principio per cui il nesso eziologico tra condotta ed evento può ritenersi sussistente soltanto laddove il fatto dannoso non si sarebbe verificato se il danneggiante avesse tenuto una condotta alternativa corretta imposta dalla legge o dalla prudenza. (Nel caso di specie, il Tribunale ha escluso che, in mancanza della prova del nesso di causalità potesse ravvisarsi ex articolo 2054 c.c. la responsabilità di uno dei conducenti, responsabile peraltro di una lieve infrazione che non poteva aver avuto efficacia causale nella produzione dell'evento).



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive