Tribunale di Napoli, Sez. I, 05.06.2012

Il riconoscimento dell'assegno di divorzio presuppone che la sua quantificazione sia indipendente dalle statuizioni patrimoniali operanti in vigenza di separazione dovendo il giudice procedere alla verifica del rapporto delle attuali condizioni economiche delle parti e del pregresso tenore di vita coniugale. In altri termini, la determinazione dell'assegno è indipendente dalle statuizioni patrimoniali operanti, per accordo delle parti ed in virtù di decisioni giudiziale, in vigenza di separazione dei coniugi in quanto, data la diversità delle discipline sostanziali, della natura, struttura e finalità dei relativi trattamenti, l'assegno di divorzio presupponendo lo scioglimento del matrimonio, prescinde dagli obblighi di mantenimento ed alimenti operanti in regime di convivenza o di separazione costituendo effetto diretto della pronuncia di divorzio. La sua determinazione viene effettuata verificando l'inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente a conservare un tenore di vita analogo a quello goduto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito in caso di continuazione dello stesso.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive