Tribunale di Genova, Sez. VI, 14.06.2012

Merita accoglimento la domanda giudiziale avente ad oggetto la richiesta di condanna della convenuta alla restituzione della somma di denaro, ricevuta in prestito dall'istante, in parte a mezzo di un bonifico ed in parte a mezzo di un finanziamento, laddove la domanda risulti documentalmente provata dal bonifico e dall'inerzia della convenuta, che sollecitata al pagamento stragiudiziale e citata in giudizio per rendere l'interpello, abbia ritenuto di non presentarsi. Nel caso di specie stato onere della convenuta prendere specifica posizione su tutti i fatti di causa essendo, la non contestazione, un comportamento univocamente rilevante ai fini della determinazione dell'oggetto del giudizio con effetti vincolanti per il Giudice che deve astenersi da qualsivoglia controllo del fatto non contestato e ritenerlo sussistente.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive