Tribunale di Piacenza, 27.06.2012

Dopo la riforma delle società di cui al D.Lgs. n. 6/2003 non è esperibile la denuncia al Tribunale ai sensi della previsione di cui all'art. 2409 c.c. neppure nell'ipotesi di società a responsabilità limitata con collegio sindacale obbligatorio. Tale divieto è desumibile da una lettura coordinata degli artt. 92 disp.att.c.c., 2477 comma quinto c.c. interpretati alla luce delle finalità proprie della riforma societaria che ha esaltato la natura personalistica delle società a responsabilità limitata avendo le disposizioni di cui agli artt. 2545-quinquies c.c. e di cui all'art. 13, legge n. 91/1981 portata del tutto eccezionale. I poteri di controllo conferiti al collegio sindacale sono individuati dalla struttura della s.r.l. nella quale l'atto costitutivo, a differenza di ciò che avviene nella s.p.a., può prevedere ampi poteri di gestione anche in favore dei soci con conseguenti problemi anche di compatibilità tra essi e l'eventuale amministratore giudiziario nominato qualora si dovesse ritenere l'ammissibilità dell'istituto.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive