Tribunale di Perugia, 02.07.2012

Integra il reato p. e p. dall'art. 73 del D.P.R. n. 309 del 1990, la condotta dei prevenuti che in concorso tra loro, senza le autorizzazioni di cui all'art. 17, ricevano o comunque detengano illecitamente sostanza stupefacente di tipo cocaina, in parte conservata su un piatto da cucina ed in parte racchiusa in vari involucri di cellophane e carta stagnola, detenuti da uno degli imputati sulla propria persona e che per modalità di presentazione, confezionamento e per altre circostanze, appaia destinata ad un uso non esclusivamente personale. Ai fini dell'integrazione della condotta materiale della fattispecie della detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope è sufficiente che dette sostanze siano ricadute nella sfera di disponibilità dell'agente, purché concreta ed attuale e non eventualmente futura, per averne o per averne avuto, lo stesso a qualsiasi titolo, la materiale disponibilità, rilevando a tal fine sia l'appartenenza della sostanza, sia il lasso di tempo di tale disponibilità.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive