Tribunale di Ivrea, 03.07.2012

Deve pronunciarsi sentenza di assoluzione, per non aver commesso il fatto, nei confronti del prevenuto, imputato per il reato di omicidio colposo perché, mentre si trovava alla guida di un trattore stradale con annesso semirimorchio, per colpa consistita in negligenza, imperizia, imprudenza e violazione delle norme di legge, proseguendo con moto rettilineo lungo un tratto con curva e sviluppo sinistroso, invadeva la corsia di emergenza finendo fuori strada in una scarpata dove il mezzo si ribaltava cagionando la morte della passeggera. Nel caso di specie, l'assenza di qualunque segno di frenata e di scarroccciamento inducono a dubitare che l'imputato abbia posto in essere una condotta colposa idonea a provocare l'impatto, con conseguente esclusione dell'elemento soggettivo del reato contestato.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive