Tribunale di Milano, Sez. X, 04.07.2012

E' fondata la domanda risarcitoria esperita dall'istante al fine di veder risarciti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti in seguito ad un incidente avvenuto presso la pista di Kartodromo, quando, mentre assisteva ad una sessione di prove libere, posizionato accanto alla rete di protezione, veniva colpito dal palo di sostegno della rete piegatosi in conseguenza dell'urto con il Kart guidato da un terzo, riportando un trauma cranico e diverse contusioni facciali per le quali si rendevano necessari diversi interventi chirurgici. L'eventualità che all'interno di un circuito di Kart possano verificarsi incidenti, è piuttosto prevedibile e non può essere tale da distogliere l'attenzione degli assistenti da ciò che accade nelle immediate vicinanze della pista dove si trovano le persone. E' onere degli assistenti di pista, quindi, adoperarsi non solo per evitare e contenere gli incidenti all'interno del circuito ma anche per evitare che tali incidenti abbiano ripercussioni sul pubblico e sulle persone presenti nell'impianto costituendo, tutte le gare di velocità, attività pericolosa con obbligo del gestore di adottare le misure idonee ad evitare il danno. In mancanza non resta che affermare la responsabilità causale del gestore per i danni sofferti a causa dei sinistri che possono verificarsi.



 

Giurisprudenza correlata

 

Argomenti correlati

Informazioni aggiuntive