Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Il risarcimento del c.d. “danno differenziale” in caso di infortunio in itinere

Il risarcimento del c.d. “danno differenziale” in caso di infortunio in itinere 6 Anni 4 Settimane fa #105

  • Claudio
  • Avatar di Claudio
  • OFFLINE
  • Amministratore
  • studio legale online
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 9

Una recente sentenza del Tribunale di Roma affronta in modo chiaro ed esauriente la problematica relativa al risarcimento del danno allorquando il lavoratore abbia già ottenuto da parte dell’INAIL - in conseguenza dei danni subiti nel sinistro in itinere - la costituzione di una rendita vitalizia in suo favore.

In caso di infortunio in itinere, occorso cioè al lavoratore nel tragitto di andata e ritorno dall'abitazione al luogo di lavoro, l'Inail garantisce allo stesso una somma a titolo di indennizzo, al fine di garantirgli adeguati mezzi di sostentamento. E' possibile, però, che il lavoratore subisca dei danni maggiori rispetto al danno indennizzato dall'Inail. In questo caso può spettare all'infortunato anche un risarcimento a carico dell'assicurazione del responsabile civile sia per la liquidazione del danno “morale” sia del danno non patrimoniale diverso dal danno biologico, che l'Inail non è tenuto a risarcire. Pertanto, il lavoratore che abbia subito danni alla persona in conseguenza di un sinistro stradale, ed abbia per questo ottenuto la costituzione di una rendita vitalizia in suo favore da parte dell'Inail, conserva la legittimazione ad agire nei confronti del responsabile del danno per ottenere l'eventuale residuo risarcimento, qualora il danno sofferto fosse coperto solo in parte dalla prestazione assicurativa dell'Inail.

Leggi tutto...
Avv. Claudio De Stasio
Studio Legale De Stasio - Associazione Professionale
Via dell'Industria 1070 - 58022 Follonica
- www.studiodestasio.it

"Il diritto non è una scienza esatta, è solo questione di punti di vista..." (anonimo)
Regolamento del Forum - Note Legali - Richiedi un contatto
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: Il risarcimento del c.d. “danno differenziale” in caso di infortunio in itinere 6 Anni 2 Settimane fa #114

  • Gianni
  • Avatar di Gianni
Gentile Avvocato,
avrei da porle un quesito in relazione alla liquidazione del danno differenziale.

Mentre mi stavo recando a lavoro con il mio scooter un'auto tagliandomi la strada mi ha urtato facendomi cadere a terra rovinosamente. (sinistro con 100% di ragione)
Sono seguiti 54 giorni di prognosi, a motivo delle contusioni varie riportate nell'incidente.
Il mio sinistro è stato chiuso dall'INAIL senza postumi e con 0 punteggio di invalidità.
La mia domanda è questa:
oltre ai danni al mio scooter, posso aspettarmi un risarcimento dall'assicurazione della controparte?
Può applicarsi nel mio caso il danno differenziale tra la cifra che l'INAIL mi ha versato sotto forma di stipendio e il danno biologico da me subito?
Perché L'INAIL mi ha inviato una lettera in cui in base all'art. 1916 mi si invita a "non stipulare accordi con il responsabile senza l'intervento dell'istituto stesso"? (art. 142, CO. 3 D. LGS: 7/09/2005, n 209.
Nel ringraziarla in anticipo per la sua cortese risposta le invio Distinti Saluti.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: Il risarcimento del c.d. “danno differenziale” in caso di infortunio in itinere 6 Anni 2 Settimane fa #115

  • Claudio
  • Avatar di Claudio
  • OFFLINE
  • Amministratore
  • studio legale online
  • Messaggi: 85
  • Ringraziamenti ricevuti 9
  • Karma: 9
L’INAIL interviene soltanto nel caso siano accertati postumi permanenti superiori al 6%.
Dunque nel suo caso potrà chiedere ed ottenere il risarcimento alla Compagnia obbligata per la RCA (che in caso di indennizzo diretto è proprio la Sua compagnia).
Francamente Le consiglierei di acquisire un parere medico-legale (anche informale) e rivolgersi ad un legale di Sua fiducia che saprà consigliarLa al meglio su ogni passo da compiere.
Saluti.
Avv. Claudio De Stasio
Studio Legale De Stasio - Associazione Professionale
Via dell'Industria 1070 - 58022 Follonica
- www.studiodestasio.it

"Il diritto non è una scienza esatta, è solo questione di punti di vista..." (anonimo)
Regolamento del Forum - Note Legali - Richiedi un contatto
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Marco



Tempo creazione pagina: 0.277 secondi
Powered by Kunena Forum