Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Ripartizione spese condominiali fra locatore e conduttore. Onere della prova

Ripartizione spese condominiali fra locatore e conduttore. Onere della prova 4 Anni 1 Mese fa #886

  • Studio De Stasio
  • Avatar di Studio De Stasio
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • studio legale online
  • Messaggi: 32
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0

In tema di locazione di immobili urbani, qualora il conduttore, convenuto in giudizio per il mancato pagamento di oneri condominiali, contesti che il locatore abbia effettivamente sopportato le spese di cui chiede il rimborso o ne abbia effettuato una corretta ripartizione, incombe al locatore stesso, ai sensi dell'art. 2697 c.c., dare la prova dei fatti costitutivi del proprio diritto, i quali non si esauriscono nell'aver indirizzato la richiesta prevista dall'art. 9 della legge n. 392/1978 (Equo canone), necessaria per la costituzione in mora del conduttore e per la decorrenza del bimestre ai fini della risoluzione, ma comprendono anche l'esistenza, l'ammontare e i criteri di ripartizione del rimborso richiesto).

Trib. Milano Sez. XIII, 19/09/2011

Leggi tutto...
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Ripartizione spese condominiali fra locatore e conduttore. Onere della prova 4 Anni 1 Mese fa #887

  • Studio De Stasio
  • Avatar di Studio De Stasio
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • studio legale online
  • Messaggi: 32
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Per assolvere l'onere di indicazione specifica delle spese accessorie e di menzione dei criteri di ripartizione previsto dall'art. 9 l. n. 392/78, il cui adempimento è condizione per l'esigibilità del relativo credito, il locatore deve indicare specificamente al conduttore le somme che gli richiede per le spese di cui al 1° e 2° comma dello stesso art. 9, ed altresì sottoporgli tabelle analitiche e chiare per la ripartizione delle spese comuni, da cui risultino non solo i veri criteri di ripartizione seguiti (es.: criterio millesimale, superficie, cubatura, ecc.), in generale, ma anche specificamente il valore cui corrisponde la quota proporzionale di spesa gravante sull'immobile locato e sugli altri immobili del complesso, così da rendere possibile al conduttore il controllo dell'obiettività e dell'esattezza della stessa suddivisione delle spese comuni (Pret. Milano, 10/04/1984).
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: laurapoccioni



Tempo creazione pagina: 0.126 secondi
Powered by Kunena Forum