Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Riabilitazione penale per cittadinanza

Riabilitazione penale per cittadinanza 2 Anni 8 Mesi fa #1098

Salve,

scrivo per chiedere delucidazioni riguardo al decorso del tempo per richiedere la riabilitazione della pena.

Mio marito nell'aprile 2011 ha finito di scontare gli arresti domiciliari di otto mesi per spaccio di stupefacenti (art.73 comma 5); congiuntamente alla reclusione ha avuto un'ammenda di 5000€ che salderemo entro la fine di questo anno 2015.

Nel 2013 io (cittadina italiana) e mio marito (cittadino extra comunitario) ci siamo sposati. Ora lui ha la carta di soggiorno come coniuge di cittadino Italiano e, l'anno prossimo vorremmo fare domanda per ottenere la cittadinanza.

La riabilitazione è necessaria e per quanto riguarda il decorso del tempo l'art. 172 del codice penale dice:

"(...) Quando, congiuntamente alla pena della reclusione, è inflitta la pena della multa, per l'estinzione dell'una e dell'altra pena si ha riguardo soltanto al decorso del tempo stabilito per la reclusione.
Il termine decorre dal giorno in cui la condanna è divenuta irrevocabile, ovvero dal giorno in cui il condannato si è sottratto volontariamente all'esecuzione già iniziata della pena."

I miei quesiti dunque sono:

Per ottenerla devono passare 3 anni dalla reclusione o dal pagamento della pena pecuniaria?

Chiedo ciò poiché secondo il Tribunale di Sorveglianza di Venezia dovrebbero passare 3 anni dal pagamento e sono un pò confusa.

Grazie per l'attenzione.

Saluti
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Marco, Ilaria, Sarah



Tempo creazione pagina: 0.103 secondi
Powered by Kunena Forum