Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Chiarimento querela calunnia e diffamazione

Chiarimento querela calunnia e diffamazione 3 Anni 8 Mesi fa #1003

  • Lucapc
  • Avatar di Lucapc
  • OFFLINE
  • Lettore
  • studio legale online
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Buongiorno,
Pongo alla Vostra attenzione e competenza un caso reale, che purtroppo mi trovo ad affrontare da diversi mesi. Riassumendo una storia molto lunga e complicata, sono vittima da ormai circa 15 mesi di una diffamazione sistematica in svariati ambienti della mia piccola città e peggio ancora di calunnie (trattasi di tali perché sono state effettuate svariate querele ed aggiunte alle autorità competenti) da parte di una persona che un tempo condisideravo amico e che dopo un banale litigio ha cominciato a comportarsi in questo modo assurdo.
Inizialmente ho subito queste accuse, difendendomi da esse e provandone la non fondatezza. A seguito dell'incancrenirsi della situazione e del fatto che nonostante il mio legale prima, il pm poi, abbiano più volte tentato di instaurare un dialogo per vedere se vi erano margini per poter ritirare le querele (cosa ovviamente non verificatasi) ho deciso, seppur a malincuore, di denunciare a mia volta questo mio ex amico, proprio per i reati di calunnia e diffamazione, dei quali ho fornito e sto fornendo un castello accusatorio decisamente pesante e coerente, costiuito in gran parte dalla dimostrazione di innocenza per fatti che mi erano stati imputati, da testimonianze serie e verificabili e quant'altro.

Sentendo spesso parlare però nel nostro Paese di una certa leggerezza da parte dei giudici nell'affibbiare condanne pesanti, la mia domanda è la seguente: cosa rischia realmente (e sottolineo quest'ultima parola) la persona da me denunciata? Gli anni e mesi di carcare che gli verranno eventualmente attribuiti, li sconterà davvero o finirà in un solito e strano meccanismo per il quale si arriverà ad una condanna ma poi nessuno paga per ciò che ha fatto?
Dal poco che so, la condizionale sopra i due anni di condanna (che è il minimo per legge per il reato di calunnia) non si applica, giusto?
Rileva che questa persona è un ragazzo molto giovane (20 anni), incensurato?
Rileva il fatto che potrebbe esssere condannato per due fattispecie diverse (calunnia e diffamazione appunto).

Vorrei gentilmente chiarimenti in merito, poiché dalla giustizia mi aspetto una certezza della pena, qualora verrà provata la sua colpevolezza.

Grazie per la Vostra attenzione,

Distinti Saluti
Ultima modifica: 3 Anni 8 Mesi fa da Lucapc.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Marco, Ilaria, Sarah



Tempo creazione pagina: 0.132 secondi
Powered by Kunena Forum