Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: stalking e condominio

stalking e condominio 7 Anni 2 Settimane fa #156

  • Elita
  • Avatar di Elita
L'attenzione che si trasforma in ossessione. Molestie quotidiane, silenziose, difficili da individuare e arrestare. E il sospetto diventa paura, erode la libertà fino a costringersi in una prigione soffocante. Questo è lo stalking: comportamenti reiterati di sorveglianza, controllo, contatto pressante e minaccia che invadono con insistenza la vita di una persona per toglierle la quiete e l’autonomia.
I casi sono in aumento e si è avuta un'estensione del reato di stalking anche nell'ambito condominiale.
Con sentenza 20895/11 la Suprema Corte dichiara che "bastano due condotte moleste per fare scattare la condanna prevista dall’art. 612 bis c.p. Inoltre, nel condominio va considerata anche l’ansia e il turbamento che una condotta di questo tipo può generare sui condomini non direttamente oggetto degli atti persecutori. Per fare scattare la condanna basta che qualcuno metta in atto atti pesercutori in modo da cagionare un perdurante stato di paura o di ansia o un fondato timore di pericolo per l’incolumità propria o di persone prossime o la costrizione ad alterare le proprie abitudini di vita".
La denuncia va presentata entro sei mesi dalle molestie e deve essere supportata da prove.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Cane di grossa taglia in condominio 7 Anni 2 Settimane fa #158

  • Jolie
  • Avatar di Jolie
Nel condominio dove abito un condomino ha un cane di grossa taglia tutto meno che mansueto. Non c'e' condomino che non ci abbia litigato almeno una volta per via del cane, che e' facile trovare a spasso per le scale, senza guinzaglio o museruola. Ormai sembra che il padrone lo faccia apposta specialmente nei confronti di quelli che come me sono letteralmente terrorizzate dai cani in generale. L'amministratore e' latitante e lui comunque se ne frega.
Potrebbe essere un caso di stalking?
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: Cane di grossa taglia in condominio 7 Anni 2 Settimane fa #159

  • Elita
  • Avatar di Elita
Le devo comunicare che i cani, nel nostro ordinamento, sono tutelati più delle persone stesse. Inoltre, anche se ci fossero gli estremi per ritenere che si configuri un caso di stalking, le devo ricordare il primo e ultimo caso di stalking "canina" e la pronuncia del Tribunale di Genova, esattamente un anno fa, quando si ritenne che il reato non era configurabile e si riuscì a dimostrare che erano stati i vicini a provocare i cani.
Però, cercherò di presentarle una serie di soluzioni al problema.
Innanzitutto, io proporrei una riunione condominiale per la destituzione dell'amministratore e la nomina di una persona competente (vi consiglio persone che abbiano competenze tecniche e possibilmente esterne al condominio in modo che le decisioni prese siano sempre imparziali).
Dopo di che rivolgetevi ad un legale di fiducia e fate pervenire una comunicazione sia al distretto ASL locale e sia al proprietario del cane, dove richiedete una visita obbligatoria ai sensi dell'Ordinanza 14 gennaio 2008 del Ministero della salute per verificare l'aggressività del cane. Sarà l'Asl a fissare la visita.
Se il proprietario non obbedisce all'obbligo di visita presso la ASL si potrebbe ravvisare nei suoi confronti la violazione dell'articolo 650 del codice penale, il quale prevede la sanzione dell'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino a euro 206 per chi non ottemperi ad un ordine dato dall'autorità per ragioni di igiene o di sicurezza pubblica.
Quanto all'amministratore condominiale, per tutelare l'altrui incolumità, è pienamente titolato a richiedere, anche in forma scritta, mediante l'invio di una apposita circolare ai condomini, l'adozione della museruola o del guinzaglio (o il contemporaneo uso del guinzaglio e della museruola per i cani inseriti nell'elenco delle razze pericolose) allorquando conducano i cani all'interno dei locali comuni del condominio, considerati aperti al pubblico come da ordinanza del 2006, nonchè la stipula della polizza di responsabilità civile contro terzi per i danni cagionati dal cane da parte dei proprietari condomini dei cani aggressivi inseriti nell'elenco delle razze pericolose per l'uomo.
Se proprio nessuna di queste soluzioni fa rientrare nella civiltà il condomino, direi che la soluzione migliore sia intraprendere la strada legale (cercate ovviamente di procurarvi le prove della turbativa) e il giudice potrebbe, se ricorrono i presupposti, ordinare l'allontanamento di animali molesti ( nella specie, cane) dal condominio, affidando l'esecuzione ad organi pubblici, con divieto assoluto di ritorno nell'edificio condominiale.
Ovviamente Jolie, le mie soluzioni sono di carattere generale, perchè non ho sufficienti strumenti di valutazione (il cane di che razza è? che vuol dire per lei non pacifico? ci sono state aggressioni? ci sono stati casi di mancanza di igiene? e così via) perciò le consiglio, prima di agire, un incontro chiarificatore con un legale di fiducia.
Ultima modifica: 7 Anni 2 Settimane fa da Elita.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: stalking e condominio 7 Anni 1 Settimana fa #161

  • Jolie
  • Avatar di Jolie
Ringrazio per la risposta. Il fatto e' che a parole tutti sono d'accordo con me che la situazione cosi' non puo' andare avanti. Pero' nessuno ha il coraggio di prendere l'iniziativa per far cambiare le cose. Per questo avevo riconosciuto il mio caso nella descrizione dello stalking che avevi fatto tu. Io da sola non prendo davvero nessuna iniziativa, non farei piu' vita! Ma neppure potrei fare proposte all'assemblea perche' sono sicura che questa persona sarebbe li presente e troverebbe il modo di vendicarsi.
Ci tengo a dire che non ce l'ho assolutamente con i cani, adoro gli animali, soltanto che i cani (grandi) mi hanno sempre fatto paura e nel mio caso il problema e' semmai il padrone! Cosa ci posso fare?
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: stalking e condominio 7 Anni 1 Settimana fa #162

  • Elita
  • Avatar di Elita
Proprio in previsione che il proprietario del cane poteva in qualche modo risentirsi, le proponevo un'azione collettiva, ma se lei ritiene che i condomini potrebbero non sostenerla anche nella semplice scelta di un nuovo amministratore che successivamente e con riservatezza avrebbe affrontato il problema esponendosi in prima persona come portavoce dei vostri diritti, allora la soluzione potrebbe essere un'altra.
Purtroppo per lo stalking non ci sono gli estremi.
Però, se lei (in prima persona) ha più volte tentato di avvisare il proprietario del suo disagio e se il cane viene deliberatamente lasciato libero negli spazi pubblici condominiali senza la supervisione e senza guinzaglio e museruola, ci potrebbero essere gli estremi per un altro reato e specificamente il reato di molestia o disturbo alle persone art. 660 c.p.
In questo caso, assumerebbe un ruolo fondamentale la sua cinofobia.
Ma le ripeto, il caso andrebbe analizzato.
Le consiglio di recarsi in via stragiudiziale (sentendosi libera di decidere se proseguire o se, invece, lasciare tutto com'è) a colloquio con un avvocato. Il semplice colloquio non la espone, ma potrebbe aiutarla a capire e a trovare una soluzione.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Re: stalking e condominio 7 Anni 1 Settimana fa #163

  • Jolie
  • Avatar di Jolie
Grazie dei preziosi consigli, cerchero' di farmi coraggio!!!
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Ilaria



Tempo creazione pagina: 0.117 secondi
Powered by Kunena Forum