Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Compensazione Credito Retributivo

Compensazione Credito Retributivo 3 Anni 5 Mesi fa #1029

  • JungeHR
  • Avatar di JungeHR
  • OFFLINE
  • Lettore
  • studio legale online
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Premetto che lavoro in una società come Addetto al Personale.

C'è un dipendente che ha un debito nei confronti della Società molto consistente per i seguenti motivi:
1) il dipendente ha fatto la cessione del quinto dello stipendio per un finanziamento a Luglio 2012;
2) io per errore non ho iniziato a fare le trattenute in busta paga;
3) il dipendente non me lo ha mai comunicato;
4) la banca si è fatto viva solo adesso e rivuole una cifra di 4.700€;
5) il dipendente è d'accordo nel rientrare di questa cifra mediante compensazione in busta paga, poi la Società versa l'importo alla Banca.
Siamo d'accordo nell'estinguerlo mediante compensazione volontaria, ai sensi dell'articolo 1252 c.c., sottoscrivendo apposita scrittura privata. L'intenzione è quella di fare delle trattenute in busta paga per alcuni mesi, per importi superiori al quinto della retribuzione netta.

Tuttavia il dubbio che mi viene è se anche nei confronti della compensazione volontaria (per la quota sopra il 20% della retribuzione) opera il vincolo di cui all'articolo 1246 c.c punto 3) in base al quale <<La compensazione si verifica qualunque sia il titolo dell'uno o dell'altro debito, eccettuati i casi: [...] 3) di credito dichiarato impignorabile; [...]>>.

Considerando che i crediti retributivi sono pignorabili solo nella misura massima del 20% ai sensi dell'articolo 545 c.p.c., vorrei capire se il credito retributivo vantato dal dipendete nei confronti della Società è compensabile nella misura maggiore al 20% mediante una compensazione volontaria, oppure anche per la compensazione volontaria, come per quella legale e giudiziale come si evince (per queste ultime) chiaramente dall'articolo 1246 c.c., opera il divieto di compensare crediti non pignorabili.

Grazie
Saluti
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Compensazione Credito Retributivo 3 Anni 5 Mesi fa #1030

  • RobyRot
  • Avatar di RobyRot
  • OFFLINE
  • Frequentatore realtime
  • studio legale online
  • Messaggi: 51
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 2
In generale il limite del quinto non rileva quando il credito opposto in compensazione trae origine dal medesimo rapporto. A maggior ragione se siete tutti d'accordo chi dovrebbe sollevare questioni?
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

Compensazione Credito Retributivo 3 Anni 5 Mesi fa #1031

  • JungeHR
  • Avatar di JungeHR
  • OFFLINE
  • Lettore
  • studio legale online
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Diciamo che non so' se si può dire che il credito opposto in compensazione trae origine dal medesimo rapporto, in quanto dipende da questioni extralavorative o almeno che non si posson intendere lavorative nel senso più stretto della parola (non è come il risarcimento danni per la rottura di un macchinario ad esempio), trovandoci in una zona girgia magari poi questa cosa in sede di contensioso potrebbe essere oggetto di contestazione.

Quello che mi premeva di sapere era se i divieti dell'articolo 1246 cc possono essere superati con la compensazione volontaria, se così fosse viene meno anche la necessità del ragionamento di cui al paragrafo precedente e la correttezza dell'atto di compensazione volontaria stipulata con il dipendente sarebbe in cassaforte.

Io ritengo di si ma non essendo un avvocato e non avendo ritrovato riferimenti nel web che confermano la mia tesi chiedo in questo forum se qualcuno sa dirmi qualcosa.

Grazie della disponibilità
Ultima modifica: 3 Anni 5 Mesi fa da JungeHR.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!



Tempo creazione pagina: 0.090 secondi
Powered by Kunena Forum