Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: sentenza esecutiva

sentenza esecutiva 4 Anni 1 Settimana fa #942

  • Anonimo
  • Avatar di Anonimo
Buona sera a tutti spero he possiate darmi risposte al mio quesito.
Un sentenza di primo grado con la seguente dicitura.

P.Q.M

Il Tribunale in composizione monocratica, definitivamente
pronunciando sulla domanda come sopra proposta, così provvede:
1) Dichiara la risoluzione per inadempimento del contratto di
compravendita immobiliare intervenuto tra le parti;
2) Condanna ZETA al pagamento in favore di ALFA dell'importo di €. xxxxxx oltre interessi legali come in motivazione.
3)Condanna il convenuto ZETA alla rifusione al attore ALFA delle spese di lite,
liquidate in complessivi €. xxxx di cui €. xxxx per spese, €.
xxxxx per compensi, oltre Iva e c.n.p.a.


A vostro avviso vi sono i pretesti per rilevarsi esecutiva ?
Se la risposta fosse SI ,in che modo viene richiesta esecutività ?
ZETA puo opporsi alla sua esecuzione in quanto ritiene di andare in appello.
Posso essere esecutive solo le spese legali e non la risoluzione del contratto ?

Grazie per Le vostre risposte.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!

sentenza esecutiva 4 Anni 1 Settimana fa #946

  • vitus
  • Avatar di vitus
  • OFFLINE
  • Frequentatore quotidiano
  • studio legale online
  • Messaggi: 47
  • Ringraziamenti ricevuti 6
  • Karma: 1
E' una questione ancora piuttosto dibattuta in dottrina e giurisprudenza e non è raro trovare fra le pronunce di merito soluzioni diametralmente opposte a casi anche molto simili.
Diciamo in generale che l'esecutività provvisoria è la regola generale (art. 282 cpc) ed è esclusa solo quando la statuizione condannatoria è legata ad altro capo della sentenza con effetto costitutivo/dichiarativo da un vero e proprio nesso sinallagmatico (come nel caso di condanna al pagamento del prezzo della compravendita nella sentenza sostitutiva del contratto definitivo non concluso); è invece consentita quando la statuizione condannatoria è meramente dipendente dall'effetto costitutivo/dichiarativo, essendo detta anticipazione compatibile con la produzione dell'effetto costitutivo/dichiarativo nel momento temporale successivo del passaggio in giudicato (come nel caso di specie). Vedi se può esserti d'aiuto Cass. civ. n. 16737/2011.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!



Tempo creazione pagina: 0.097 secondi
Powered by Kunena Forum