Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Graduatoria promiscua di avviso pubblico destinato a organi periferici di un ministero e enti locali.

Graduatoria promiscua di avviso pubblico destinato a organi periferici di un ministero e enti locali. 2 Anni 3 Mesi fa #1125

  • Anonimo
  • Avatar di Anonimo
Possono, a vostro parere, risiedere profili d'illegittimità nella procedura esperita da un ente regione che, nell'ambito di un avviso pubblico destinato a soprintendenze e comuni, abbia redatto una graduatoria in cui organi periferici del ministero e enti locali siano posti in una graduatoria promiscua, che li veda cioè omologati, pur avendo collocazioni differenti nell'architettura amministrativa dello Stato?
Non si sarebbero dovute predisporre due sezioni diverse nella stessa graduatoria finale: una per gli organi periferici dello Stato e una per gli enti locali?
Esempio.
Nell'ambito di un bando destinato a prefetture e comuni, le prefetture di più capuologhi di provincia si trovano surclassate in graduatoria da un piccolo comune, che per aver conseguito punteggio superiore si gioverà di importanti risorse economiche per realizzare un progetto di spessore e portata ben diversa da quelli presentati dalle rispettive prefetture, escluse però per avere conseguito punteggio inferiore.
Analogamente, più soprintendenze alla Belle Arti di più capoluoghi di provincia vengono a trovarsi in simile, paradossale situazione, avendo ottenuto punteggi inferiori rispetto a un piccolo comune.
Non si sarebbero dovute produrre due sezioni diverse nella stessa graduatoria finale?
Ci sono leggi dello Stato che lo prevedono e lo impongono? Sussisterebbero, in definitiva, i presupposti per un ricorso, giacché la graduatoria sarebbe stata redatta con criteri falsati all'origine?
Grazie.
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Marco, laurapoccioni



Tempo creazione pagina: 0.089 secondi
Powered by Kunena Forum