Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: RICORSO AL TAR CONTRO UNA DELIBERA PER MANCATO RISPETTO DELLO STATUTO DEL COMUNE

RICORSO AL TAR CONTRO UNA DELIBERA PER MANCATO RISPETTO DELLO STATUTO DEL COMUNE 2 Anni 3 Mesi fa #1124

  • travis
  • Avatar di travis
  • OFFLINE
  • Lettore
  • studio legale online
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Buona sera,

sono nuovo del forum ed anzi tutto ringrazio anticipatamente chi vorrà darmi delucidazioni in merito alla mia domanda.

Sono consigliere di minoranza di un piccolo Comune del Piemonte: questa sera il sindaco ha voluto a tutti i costi far votare una delibera al Consiglio in palese violazione dello statuto del Comune. Questo perché lo Statuto stesso, trattandosi di seduta straordinaria del Consiglio, prevederebbe che la documentazione inerente i punti all'odg sia messa a disposizione dei consiglieri "almeno due giorni prima della seduta". Questa sera eravamo chiamati ad approvare lo Statuto di un'Unione dei Comuni, entrando così automaticamente a farne parte. peccato che detto statuto sia stato approvato dal Consiglio dell'Unione stessa solo venerdì 19 giugno e (mail inviatemi dai dipendenti comunali lo testimoniano inequivocabilmente) messo a nostra disposizione solo nella tarda mattinata di oggi. Stanti queste condizioni, abbiamo chiesto con una nota scritta, in base all'articolo 38 dello Statuto comunale vigente, di rinviare la discussione. Essendoci però molti soldini in ballo, il sindaco ha voluto forzare la mano e, sprezzante della nostra "minaccia" scritta di tutelarci nelle sedi opportune nel caso in cui lui avesse comunque voluto andare avanti, ha messo ai voti la delibera.
Messi alle strette, e non trattandosi dell'ultimo punto in discussione perché altrimenti ce ne saremmo usciti (invece, ammetto l'ignoranza, non sapevo se abbandonando saremmo poi potuti rientrare per i punti successivi) abbiamo votato contrari, mentre la maggioranza ovviamente è stata compatta a favore. Naturalmente a verbale abbiamo fatto inserire la nostra dichiarazione scritta.

Ora le domande sono: 1) se vogliamo andare avanti, la strada più idonea è un ricorso al TAR o cos'altro? 2) il fatto di aver preso parte alla votazione, votando comunque contro, non pregiudica la nostra possibilità di ricorrere, per di più avendo inserito a verbale tutta la nostra dichiarazione scritta? Sinceramente avremmo voluto (io e gli altri 2 di minoranza presenti) dire che non votavamo, cioé non che ci astenevamo ma che, pur rimanendo in aula, ci rifiutavamo di votare una delibera che riteniamo del tutto illegittima ma, alla fine, abbiamo pensato che il voto contrario non pregiudicasse comunque nulla, in quanto appunto palese segno di disapprovazione. E' effettivamente così? 3) quali sarebbero i termini per un eventuale ricorso di giustizia amministrativa?

Grazie ancora a tutti!
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Marco, laurapoccioni



Tempo creazione pagina: 0.118 secondi
Powered by Kunena Forum