Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: GESTIONE DELLA PENSIONE PATERNA

GESTIONE DELLA PENSIONE PATERNA 2 Anni 2 Settimane fa #1134

  • Enrigo
  • Avatar di Enrigo
  • OFFLINE
  • Lettore
  • studio legale online
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
Salve tutti,
Scrivo per chidere un parere professionale in merito ad una situazione famigliare spiacevole.
Premessa 1: si tratta di due sorelle ( sorella A e sorella B ) moldave, residenti in Italia (dagli anni '90), che, inseguito alla morte della madre (nel 2010), decidono l'anno seguente di portare il padre in Italia.
Premessa 2: la sorella A è titolare, in Moldavia, di un atto formale che l'autorizza a gestire la pensione paterna insieme al padre (giuridicamente capace di intendere e di volere, ma di fatto completamente e volontariamente manipolato dalla sorella A, che per prima lo ha ospitato in Italia).
Premessa 3: il padre, essendo un ex militare, percepisce una pensione piuttosto elevata.
Premessa 4: la sorella A non ha mai messo al corrente l'altra sorella del modo in cui gestisce la pensione paterna.
Premessa 5: la sorella A inizia a condurre uno stile di vita più agiato, proprio dal momento in cui inizia ad ospitare il padre, gestendo la sua pensione.

Ormai da diversi anni il padre anziano trascorre circa 6 mesi con la sorella A (sità nel nord Italia) e 6 mesi con la sorella B (sità nel centro nord). La sorella B ha sempre provveduto alle spese del padre, sia generiche che sanitarie, durante il periodo di ospitalità, nonostante la difficile situazione economica presente in famiglia. In contrasto a ciò la sorella A:
1. gestisce in maniera tutt'altro che trasparente il denaro del padre, mettendo in una situazione pregiudizievole la sorella B, che teme che il denaro paterno venga sperperato dalla sorella A. Denaro che, da accordi verbali, dovrebbe finanziare le spese sanitarie paterne ed il futuro funerale con relative spese di trasporto nel paese d'origine.
2. rifiuta di cedere parte della pensione alla sorella B, come rimborso per il mantenimento del padre, motivando che la sorella B non deve intromettersi nella gestione delle finanze paterne.

Quesiti:
A.Il documento moldavo, che investe la sorella A della gestione della pensione paterna, può avere validità anche in Italia ?
B.La sorella A, pur avendo il sopra citato documento, può rifiutarsi di mettere al corrente la sorella B dei modi di gestione della pensione paterna e del suo attuale stato patrimoniale, dal momento che entrambe si occupano del mantenimento del padre in eual misura ?
C.La sorella A, può rifiutare alla sorella B il solo rimborso delle spese sostenute per il padre?
D.Esiste un istituto giuridico che legittima la sorella B ad accedere al conto paterno per prelevare il necessario per il mantenimento del padre?
Accedi o registrati per partecipare alla discussione. Se sei un professionista, dai un'occhiata qui!
Moderatori: Silvia, Ilaria



Tempo creazione pagina: 0.214 secondi
Powered by Kunena Forum